Archivio per aprile 2013 | Pagina di archivio mensile

Social Media e Vino: Vinografia | la Netnografia ci aiuta a capire la situazione del vino in Italia in rete oggi

Social Media e Vino: la Netnografia ci aiuta a capire cosa sta accadendo in Italia

Inizia con questo articolo una serie di approfondimenti legati al tema “Social Media e Vino“, argomento a noi molto caro, che merita sicuramente un interesse particolare. Come vi abbiamo raccontato, siamo state alla 47° edizione di  Vinitaly, la manifestazione italiana più importante del settore vino, ad indagare come vedono questo “binomio” non solo le aziende produttrici, ma soprattutto la rete. Interessante è stato partecipare al convegno organizzato dall’Associazione Nazionale Le Donne del Vino in cui è stata presentata la prima analisi netnografica sul vino in Italia commissionata a Viralbeat.com e realizzata dal Centro Studi Etnografia Digitale di cui abbiamo conosciuto Alex Giordano (su Twitter @mantralex), persona molto gentile e disponibile.

Due parole su cosa s’intende per Netnografia: è un metodo di ricerca qualitativa di matrice etnografica, che si pone alla base dello studio della cultura di consumo sul web, sia per fini sociologici che di marketing, e che consente di studiare le esperienze di consumo degli utenti con lo scopo di pianificare e ottimizzare le strategie di business. In questo caso, la ricerca che ha avuto per tema l’analisi netnografica del vino e dei winelovers, ha indagato “l’universo culturale degli amanti del vino, evidenziando i cluster tematici principali del discorso sul vino, le pratiche e i valori che ne caratterizzano il consumo, la brand reputation delle aziende vitivinicole online e il percepito delle loro azioni di comunicazione sul web“.

Detto ciò vediamo cosa è emerso da questa ricerca. La base dati dell’analisi è composta da 7.098 post, raccolti tra il 26/02/2013 e il 18/03/2013, le fonti sono: Facebook, Twitter, Instagram, Blog e Forum. Vi riportiamo di seguito il video riassuntivo, per poi sottolinearne le parti che ci hanno più colpito.

Le 5 considerazioni che emergono sul mondo dei social media e del vino

La prima considerazione fondamentale che emerge è: “per gli utenti della rete, il vino è un oggetto culturale di consumo quotidiano prima di essere Brand o Azienda“. I discorsi che gli utenti tengono sul vino sono di 2 tipi: generici, privilegiando gli aspetti di quotidianità e convivialità, ed esperti, attenti ai Brand ed ai tecnicismi.

Secondo dato da tener presente,  soprattutto dalle aziende vinicole che sono in rete o che vogliano entrarci:esiste un nucleo centrale di “winelovers”, costituito da influencer e dalla community vera e propria, che si ritrova principalmente su Twitter, Instagram e Blog (Facebook non è “terreno fertile” per i membri di questa community). I winelover costituiscono una web tribe e sono identificati come: “amanti del vino esperti o meno esperti che animano il discorso in rete” e ancora, “un aggregato sociale eterogeneo e disperso ma dotato di un proprio immaginario condiviso e di specifiche identità di riferimento“. Lo “zoccolo duro” di questa community è rappresentato da Blogger e aziende vitivinicole. Per i winelover il vino è: conviviale (legato ai momenti di socialità), da abbinare (legato al momento del consumo), territoriale (prodotto di una terra, una storia e una tradizione assolutamente italiana), e rilassante (il calice di vino è visto come un momento di piacere da conquistare e ricordare). I winelover possono essere suddivisi in 4 diverse identità:

  • Enjoyer, che vedono il vino come un mezzo per raggiungere la felicità e ritrovare se stessi;
  • Prophet, per i i quali il vino costituisce un fine, un vero e proprio oggetto di culto (di vino, vitigni ed etichette se ne intendono e amano parlarne ma sempre con rispetto);
  • Wine Victim, che pensano che il vino sia una sorta di “cura” per alleviare le proprie sofferenze;
  • Wannabe, quelli che vorrebbero essere esperti o quantomeno godersi il momento di consumo, ma per diversi motivi non ci riescono.

Terzo punto. Intorno ai concetti di “vino” e di “winelovers” orbitano, poi, alcuni ambiti tematici per ciascun social media. Su Twitter sono 3: quello del territorio, dei prodotti & aziende e del food. Su Instagram il vino è, invece, trattato in maniera più ampia dando vita a 5 ambiti d’interesse o “anime” legate ad esso: quella divertente, quella sofisticata, la golosa, la “bella e dannata” e la “green“. Sui Wine Blog, i luoghi d’incontro degli addetti ai lavori ed esperti, infine, le categorie tematiche coinvolte sono di più: l’enogastronomia è al primo posto (51%), seguita dal business (17%) e dalle news (15%), chiudono il turismo (3%), l’agricoltura (2%) e la sostenibilità (2%).

E ancora, emergono dei trend culturali importanti da conoscere: quello del vino bio e sostenibile, quello relativo all’importanza del packaging che incide sulla scelta del consumatore e quello che riguarda la dieta, di ambito prettamente femminile.

Ultima considerazione davvero interessante: almeno su Twitter e Facebook i Brand vitivinicoli sembrano non godere di reputazione negativa, il sentiment si divide tra positivo e neutro, come se gli utenti non percepiscano alcuna competizione tra produttori. “Tutti i brand di vini italiani di qualità contribuiscono ad alimentare un immaginario comune” del vino italiano stesso.

Social Media e Vino | Vinografia

Una ricerca questa ricca di spunti utili per chi sta già affrontando o vuole iniziare ad affrontare la tematica del vino in rete e sui social media in Italia. Noi siamo rimaste piacevolmente affascinate da quanto emerso e abbiamo lasciato il convegno con la consapevolezza che ci sia ancora tanto da fare in questo campo da parte di tutti, soprattutto di quelle cantine che non si collocano tra i top player ma che possono migliorare la propria presenza e visibilità online contribuendo, allo stesso tempo, a valorizzare l’immagine del vino italiano nel mondo e a diffondere l’hashtag #italianwine, mediante una strategia di comunicazione e social media marketing mirata e pianificata.

Abbiamo creato una lista sul nostro profilo Twitter contenente tutti i profili legati al mondo del vino in Italia emersi dall’analisi, che contiamo di continuare ad implementare durante il nostro viaggio attraverso il tema “Social Media e Vino” nei prossimi articoli.

Ci farebbe piacere conoscere la vostra opinione a tal proposito: come pensate sia interessante continuare ad approfondire questo argomento?

About Stefania Fregni

Appassionata di Comunicazione e Marketing nella vita e per lavoro, sono consulente da oltre 10 anni, specializzata nel settore Food & Beverage. Negli ultimi anni mi sono avvicinata al mondo del Social Media Marketing e del Marketing Digitale, specializzandomi e collaborando a diversi progetti. Sono amante del buon cibo e del buon bere, mi piace la fotografia e adoro viaggiare. Sono creativa, curiosa, organizzata e appassionata sempre in cerca di nuove avventure!

Vinitaly, Social Media, Vino

Vinitaly 2013… tra social e vino

Si è aperta oggi a Verona la 47esima edizione di Vinitaly, la più grande fiera di vini al mondo. Una manifestazione della durata di 4 giorni per cui si prevede un boom di presenze: oltre 4mila espositori di cui 128 esteri, 140mila visitatori di cui quasi 50mila provenienti da più di cento paesi nel mondo.

Sarà una fiera all’insegna della qualità, della sostenibilità, ma soprattutto del web e dei social media che stanno diventando una delle principali forme di comunicazione e promozione del settore.

Sapevate che sul mondo del vino sono presenti in rete 10 milioni di video, 2.500 blog, 1.200 community nazionali e internazionali? Ed i numeri aumentano di giorno in giorno perché sta crescendo la quantità delle persone che vogliono condividere in rete e  soprattutto  sui social network, il piacere di parlare e confrontarsi sul vino e sul suo mondo.

Sarà sempre più importante per i produttori di vino essere in rete per creare relazioni ed engagement  con i “wine lover” aggiornati e competenti che confrontano prezzi, offerte e qualità del vino in tempo reale  grazie agli smartphone e ai tablet. Il passaparola e i consigli in rete di chi ha provato già il prodotto rappresentano ormai una delle principali fonti di informazione per l’acquisto del vino; chi si dichiara fan di un “wine brand” su un social network è disponibile a parlare bene di quel vino ed a raccomandarne pubblicamente l’acquisto.

Uno dei nostri clienti, Prosecco Toffoli, una cantina produttrice di vini nella provincia di Treviso, sta raccogliendo grandi risultati in termini di branding, opportunità di business e visibilità, grazie al suo approdo nel mondo dei social media (anche se molto recente).

In particolare vi consigliamo di visitare le conferenze relative ai social media e all’e-commerce nel mondo del vino ed anche ai mercati in forte crescita come quello cinese; trovate il calendario completo e tutte le indicazioni sulla pagina dedicata ai convegni nel sito ufficiale: www.vinitaly.com/areaVisitatori/convegni.

Noi di Social Margarita saremo al Vinitaly pronte a raccogliere la sfida!

About Paola Valeri

Ho un'esperienza a 360° nel Marketing e nella Comunicazione aziendale, in tutte le sue forme… soprattutto quelle social 🙂 Per diffondere e condividere questa passione parlo di Marketing e Social Network anche nei corsi che tengo per aziende, enti ed associazioni. Scrivere mi appassiona e diverte e per questo sono diventata giornalista pubblicista. Da qualche tempo mi interesso di sostenibilità aziendale e di “green marketing”.

bar

Lo vorresti un social cocktail?

Avete mai pensato che i social media hanno tantissimi punti in comune con un cocktail party?

Si, è proprio così!  🙂  Vi presentereste mai ad una festa con nuovi amici iniziando a parlare solo e sempre di voi stessi e non smettendola più? Presentando il vostro punto di vista e non tenendo conto di quello degli altri? Quale sarebbe secondo voi il risultato? Dopo un po’ rimarreste da soli con il vostro cocktail in mano. 🙂

Leggi…

About Paola Valeri

Ho un'esperienza a 360° nel Marketing e nella Comunicazione aziendale, in tutte le sue forme… soprattutto quelle social 🙂 Per diffondere e condividere questa passione parlo di Marketing e Social Network anche nei corsi che tengo per aziende, enti ed associazioni. Scrivere mi appassiona e diverte e per questo sono diventata giornalista pubblicista. Da qualche tempo mi interesso di sostenibilità aziendale e di “green marketing”.

Il Benvenuto di Social Margarita

Benvenuti Margaritas :)

E’ nata Social Margarita! Benvenuti nel nostro nuovo sito 🙂

Il nostro progetto è un mix tra un’agenzia, un network e un gruppo di colleghe e amiche. Siamo delle libere professioniste ( si per il momento siamo un team 100% femminile 😉 ), che provengono da esperienze professionali variegate, unite da una grande passione per il web 2.0 e il social media marketing, tanto da averlo fatto diventare il nostro lavoro.

Leggi…

About Valeria Moschet

Dopo una consolidata esperienza retail e commerciale nei settori abbigliamento e accessori, ho intrapreso una nuova sfida professionale e mi sono specializzata in Social Media Marketing. Da allora con grande passione ed entusiasmo lavoro come consulente per aziende di varie dimensioni e mercati, ma sono specializzata nei settori del Beauty, Moda e Lifestyle. Sono formatrice su temi dei social media e del Web 2.0.