Archivio per novembre 2013 | Pagina di archivio mensile

Mappa, viaggio e Moleskine

Pinterest i viaggi e i nuovi Place Pins: un amore a prima vista!

Le proprietà evocative e aspirazionali  delle foto fanno di Pinterest il social network perfetto per la fase iniziale di pianificazione di un viaggio e quindi uno strumento ideale per la promozione di aziende che operano nel settore turistico.

I sogni non sono forse legati ai viaggi? Ecco perchè Pinterest forse è il luogo migliore per poter sognare nel web 2.0: il potere delle immagini di parlare “senza parlare” rende infatti i “viaggi” sono una delle 10 categorie più popolari su questo social network. Cercherò con questo articolo di darvi qualche dritta su come possono promuoversi al meglio le aziende che lavorano nel settore viaggi/hospitality attraverso il linguaggio di Pinterest, soprattutto grazie alla nuova funzione dei “Place Pins”  🙂

Travel Quote_SocialMargarita

La creazione di un profilo per qualsiasi azienda/brand deve innanzitutto essere legato a una content strategy ben definita in partenza che si svilupperà anche sugli altri social: bisognerà quindi avere molto chiaro la storia che si vuole raccontare e le emozioni che vogliamo trasmettere ai nostri clienti o potenziali tali. Sicuramente per coloro che hanno un catalogo o un sito da cui si potranno “pinnare” le foto saranno presenti delle bacheche autoreferenziali (con immagini dei propri prodotti), ma saranno la parte minore perchè invece ci si dovrà concentrare su quelle che racconteranno, attraverso lo storytelling, il nostro brand. Dovremmo cercare poi di evocare di desideri, bisogni, fantasie e attraverso l’esperienza visuale che creeremo nel nostro profilo o nella singola bacheca, dovremmo accompagnare con successo il processo decisionale d’acquisto di un viaggio, almeno nella sua primissima fase. Buone idee sono quelle di avere delle boards dedicate a gourmet/ricette/gadget per viaggiatori/frasi ispirazioni sul viaggiare/colori/tramonti/paesaggi ecc…: queste sono solo alcune che mi vengono in mente ma pensate ai temi che un viaggiatore condividerebbe con gli amici prima e dopo un viaggio… ecco li troverete i nomi ideali per delle boards di una bacheca Pinterest di un’azienda o agenzia che opera nel mondo del turismo.

Pinterest travel boards

La recente intruduzione dei Place Pins, ossia la possibilità di geolocalizzare i pins, combinando così l’immaginario di una rivista di viaggi con l’utilità di una mappa online, porta tutto il discorso su un nuovo livello e ci fa capire quanto Pinterest stia investendo nel settore viaggi e tempo libero; ciò viene confermato anche dagli accordi presi con Airbnb (il portale online  per affittare stanze sul web), Foursquare e MapBox, servizio cloud-based per la condivisione di mappe personalizzate sul web.

Da questa nuova funzione nasceranno tante opportunità e sicuramente sarà interessante vedere come le aziende più creative sapranno sfruttare questa funzione. Io sicuramente con il mio profilo privato mi creerò delle bacheche con i miei giri preferiti tra negozi, caffè e luoghi interessanti nelle città che visito o voglio visitare… fortissimo!  😉

Place Pins Pinterest

Molte aziende oltreoceano hanno già iniziato ad utilizzare i Place Pins in modo efficace e possiamo vedere i migliori esempi in queste boards, citati da Social Media Today:

E’ davvero chiaro come Pinterest sia sempre più fondamentale per comunicare il mondo del turismo e dell’hospitality, oggi ho introdotto l’argomento ma noi di Social Margarita approfondiremo l’argomento con ulteriori riflessioni e case histories in futuro.

Pronti allora per un viaggio su Pinterest? Io sto già sognando, l’immaginazione fa presto a volare in alto con questo social, che come avrete capito è tra i miei preferiti 😉

Pinterest e i viaggi

 

 

About Valeria Moschet

Dopo una consolidata esperienza retail e commerciale nei settori abbigliamento e accessori, ho intrapreso una nuova sfida professionale e mi sono specializzata in Social Media Marketing. Da allora con grande passione ed entusiasmo lavoro come consulente per aziende di varie dimensioni e mercati, ma sono specializzata nei settori del Beauty, Moda e Lifestyle. Sono formatrice su temi dei social media e del Web 2.0.

Compleanno Bolpetta by Social Margarita

Buon Compleanno Bolpetta

E’ sempre bello quando ti invitano a festeggiare un compleanno… se poi si tratta di andare ad una bellissima cena con incluso l’avvincente Show Cooking dello Chef Simone Rugiati, lo è ancora di più! 🙂

Venerdì 15 novembre siamo state a festeggiare il primo compleanno di Bolpetta, un locale molto particolare che si trova a Bologna. Particolare perché?! Ce lo spiega lo “slogan” che lo descrive sul sito: “POLPETTA, POLPETTA DELLE MIE BRAME: CHI È LA PIÙ GUSTOSA DEL REAME?“. Noi adoriamo le polpette!
Siamo state invitate come blogger per “testimoniare” la serata e raccontarla attraverso i nostri occhi. Una bellissima iniziativa che valorizza lo scambio di esperienze e i legami che si creano attraverso la rete.

La serata, dal titolo “Polpette d’Autore” è stata molto piacevole. Il locale è sicuramente un luogo invitante e la particolarità dell’evento ha reso la cena un momento simpatico.  Il menù, completamente rivisitato dallo Chef per l’occasione, prevedeva un’interpretazione in chiave “toscana”, sua regione d’origine, di alcune varianti di gustose polpette.

Buon Compleanno Bolpetta by Social Margarita

Tra un tweet, un post e una foto, ci siamo anche gustate una cena deliziosa…
Iniziato con polpette di bollito croccante con insalata di rinforzo e aceto balsamico come antipasto, il menù è continuato con una buona zuppa di cavolo nero con polpette di ribollita come primo ed è finito con polpette al finocchietto con crostoni al pomodoro e guanciale. Tutti i piatti  sono stati presentati e spiegati dallo Chef che ha anche raccontato la scelta delle materie prime, rivelando altri suoi piccoli segreti e consigli. Ha chiuso la serata una torta di compleanno davvero “scoppiettante”…

Compleanno Bolpetta by Social Margarita

E’ stata una cena in compagnia di vecchi e nuovi amici del mondo del Food e del Digitale (per citarne alcuni: BolognaFood, Cantina della Birra, Giovanna Coppini, Patrizia Dolphin) all’insegna di ottimo cibo, chiacchiere e momenti d’incontro. Abbiamo conosciuto, poi, un Simone Rugiati che non ci aspettavamo: simpatico come si vede in televisione ma molto “alla mano” e con tanta energia e voglia di parlare alla gente.

Quindi potevamo farci mancare forse la “foto-ricordo” con la star della serata?! Certo che no! Ovviamente subito instagrammata e pubblicata sui nostri profili Facebook :))) )!

Compleanno Bolpetta by Social Margarita

Potete trovare il racconto della cena anche su Storify.

Ancora “Buon Compleanno Bolpetta” 🙂

About Stefania Fregni

Appassionata di Comunicazione e Marketing nella vita e per lavoro, sono consulente da oltre 10 anni, specializzata nel settore Food & Beverage. Negli ultimi anni mi sono avvicinata al mondo del Social Media Marketing e del Marketing Digitale, specializzandomi e collaborando a diversi progetti. Sono amante del buon cibo e del buon bere, mi piace la fotografia e adoro viaggiare. Sono creativa, curiosa, organizzata e appassionata sempre in cerca di nuove avventure!

Digital Marketing del Vino e Social Media Marketing del Vino by Social Margarita

Digital Marketing e Social Media: la chiave del successo per le cantine nella promozione del vino

 

Riprendo con questo post un tema già affrontato relativo al digital marketing del vino e al rapporto che questo prodotto ha con i social media. Negli ultimi mesi, ho avuto la possibilità di approfondire l’argomento e sono sempre più convinta che gli strumenti messi a disposizione dal mondo del web 2.0 siano perfetti per il vino.

Il vino è sì una “bevanda”, ma allo stesso tempo rappresenta un “oggetto sociale” che avvicina e lega le persone.  Il passaparola deve essere, quindi, considerato dalle cantine come uno degli strumenti principali a disposizione. I social media possono aiutare le cantine a coinvolgere direttamente i propri clienti o quelli potenziali: il web diventa allora il luogo dove interagire con loro. L’utente contribuisce alla creazione del racconto della cantina e del prodotto tramite le foto che scatta, i video che registra, i commenti che scrive: condividendoli sui social media, tutto questo rimane online anche col passare del tempo. Una cantina disponibile ad ascoltare e ad interagire online con i propri clienti è una cantina che è destinata ad aumentare la sua Brand Awareness.

Wine Facts by www.vinoduepuntozero.it | VinoTiAmoI social media hanno attratto probabilmente in modo disordinato ma inevitabile una grande quantità di persone negli ultimi anni e, oggi, praticamente tutti noi utilizziamo almeno una di queste piattaforme quotidianamente. Come rilevato nel Social Media Report 2012 di Nielsen già nel 2011, più dell’80% delle prime 500 aziende presenti su Forbes hanno utilizzato i social media per “connettersi” con i propri clienti. Le aziende che li utilizzano in modo efficiente, non li usano per farsi pubblicità, ma per creare relazioni con i consumatori, quindi per stabilire con loro un rapporto di “fiducia”. La mera pubblicità non è il modo migliore per creare legami con le persone, ma piuttosto un mezzo per fornire al consumatore un messaggio diretto senza riceverne un feedback. L’utilizzo dei social media è completamente diverso da quello della pubblicità tradizionale: i consumatori di oggi sono iper-informati ma hanno continuamente bisogno di conoscere di più del prodotto o servizio che hanno intenzione di comprare e vogliono ricevere un feedback da chi l’ha già acquistato. I social media hanno il potere di limitare l’incertezza dell’acquisto e di aumentare la trasparenza delle aziende perché i consumatori vengono in qualche modo coinvolti nel mondo aziendale.

 

Siamo sicuri allora che le cantine e tutti gli attori che operano nel settore del vino abbiano ben presente le potenzialità di questi strumenti?
L’utilizzo dei social media nell’industria del vino è molto più diffuso nei paesi del “nuovo mondo” (USA, Sud America, Australia ecc.). Il “vecchio mondo” del vino è molto più conservativo e probabilmente sta aspettando che le nuove generazioni di consumatori crescano e invertano il trend. Molto spesso, l’industria del vino ha la tendenza a rimanere legata alla comunicazione tradizionale dimostrando difficoltà ad affidarsi ai nuovi media. Vero è comunque che, sebbene i social media siano uno strumento di comunicazione potente e un importante canale diretto di servizio per il consumatore, intraprendere un programma di Social Media Marketing senza integrarlo a quanto si sta già facendo negli altri canali di comunicazione tradizionale e vendita, probabilmente non porterebbe ai risultati sperati. Ma pensate invece a cosa potrebbe succedere se comunicazione online e offline fossero “mixate” nel modo adeguato!

BareFoot Wine Caso Studio Digital Marketing del Vino by Social MargaritaE’ molto interessante studiare le best practice che provengono da questo “nuovo mondo”. Il caso di Barefoot Wines, ad esempio, è davvero significativo perché mostra come una cantina anche di piccole dimensioni possa competere sul mercato con grandi gruppi grazie ad adeguate strategie di comunicazione online e al corretto utilizzo dei social media. Oggi Barefoot Wines ha 4 volte più follower di Jacob’s Creek su Twitter (oltre 11.000) e quasi 395.000 mi piace su Facebook (contro i 373.000 di Jacob’s Creek).

 

Di questi e di altri casi mi sono interessata negli ultimi mesi nella preparazione di un corso di cui sarò relatrice dal titolo Digital Marketing del Vino in Italia e all’estero: Social, Blog e E-commerce che si terrà a Milano il 5 dicembre. Insieme a me, saranno presenti altri professionisti del mondo dei Social Media e del Marketing Digitale: Andrea AlbaneseRudy BandieraValeria Moschet e Gian Piero Staffa. E’ un corso di livello intermedio/avanzato e si rivolge agli imprenditori e manager delle aziende vinicole, direzione vendite, responsabili marketing e comunicazione e ai responsabili di progetti web/online e social media per il settore vinicolo.

Se siete appassionati, come me, di Vino e Digitale vi invito poi a visitare il nostro nuovo blog vinoduepuntozero, realizzato in collaborazione con NetPropaganda. Legati al Blog vi segnalo anche i diversi canali social di VinoTiAmo, dedicati a chi ama il vino e ne vuole parlare in termini di comunicazione digitale.

 
[Fonti: www.wineconversation.com | www.nielsen.com]

About Stefania Fregni

Appassionata di Comunicazione e Marketing nella vita e per lavoro, sono consulente da oltre 10 anni, specializzata nel settore Food & Beverage. Negli ultimi anni mi sono avvicinata al mondo del Social Media Marketing e del Marketing Digitale, specializzandomi e collaborando a diversi progetti. Sono amante del buon cibo e del buon bere, mi piace la fotografia e adoro viaggiare. Sono creativa, curiosa, organizzata e appassionata sempre in cerca di nuove avventure!