Archivio per giugno 2015 | Pagina di archivio mensile

Reunion Unibo Università di Bologna

ReUnion Unibo (social e live) raduna la community degli ex studenti universitari di Bologna da tutto il mondo.

“Partiti insieme per un lungo viaggio torniamo a casa per diverse vie”.

Con questi versi famosi di Catullo l’Università di Bologna ha chiamato a raduno tutti i suoi ex studenti: il 19-20-21 giugno si è tenuta ReUnion Unibo, una 3 giorni di incontri, dibattiti, mostre, lezioni magistrali e spettacoli nei punti più suggestivi di Bologna. Protagonisti dell’arte e della scienza, manager, studiosi, innovatori, ex studenti famosi  che hanno portato la cultura nelle piazze, raccontando i diversi saperi e la loro esperienza di vita e professionale in seguito alla laurea conseguita all’Università di Bologna.

ReUnion Unibo

Il nostro team ha fatto parte in primissima persona di questo super evento (il primo in Italia di questo tipo) in quanto abbiamo seguito la comunicazione digital e social del progetto: è stata una sfida davvero entusiasmante dove abbiamo imparato molto e nella quale abbiamo vissuto la potenza vera di quello che si definisce “senso di appartenenza” e “community”. La nostra strategia infatti era incentrata sul coinvolgimento degli utenti e la “ri-accensione” del senso di community attraverso i canali social che abbiamo scelto (Facebook, Twitter, Google+, Instagram, Youtube, Periscope), stimolando così la condivisione di racconti e storie del passato, ma anche per arrivare in questo percorso alla voglia di essere parte e raccontare il presente, fino al “live” durante lo stesso evento.

La forza evocativa di immagini e dello storytelling legato ad esse è uscita in modo davvero impressionante in questo progetto: per esempio alcuni post su Facebook sui luoghi dell’università hanno raggiunto addirittura il 10-15% di percentuale di engagment (click/commenti/condivisioni)! Far rivivere con un occhio “semplice” e “alla mano” i luoghi di Bologna legati alle esperienze e i ricordi universitari è stato sicuramente la chiave di questo successo 🙂Università Bologna ReUnion

Abbiamo inoltre stimolato le community online alla partecipazione ed all’incontro anche offline: un’ottima risposta l’ abbiamo avuta attraverso un challenge nazionale su Instagram chiamato “UniAmarcord”, realizzato in collaborazione con l’associazione degli Instagramers Italia e la community locale degli IgersBologna. Le persone hanno così condiviso con tantissime foto il loro passato, presente e futuro e ciò che rievocava loro il periodo universitario: le 20 migliori foto hanno fatto parte della mostra a tema che si è tenuta a Palazzo Re Enzo durante Reunion e sono state un magnifico racconto, coinvolgente e personale, realizzato davvero dai protagonisti in prima persona.

Ne ha parlato con entusiasmo anche l’Huffington Post in questo articolo:): http://bit.ly/HuffingtonPostReunionUnibo. Eccovi un collage molte delle foto che hanno partecipato al challenge:

Challenge Instagram ReUnion

 

E’ stato inoltre un onore poter organizzare il panel più “social” di ReUnion, con speaker alcuni ex studenti Unibo che oggi sono nostri colleghi e che hanno avuto un percorso di studi, di vita e professionale simile al nostro. Al panel “Tra un tweet e un post, il futuro passa dai social” hanno preso parte infatti:

Panel social ReUnion UniboQuesto incontro è stato molto interessante ed ha offerto vari spunti su quello che oggi significa lavorare nel mondo del digitale e dei social, dove sempre più sono necessarie figure professionali preparate e in grado di capire e saper portare avanti strategicamente le logiche del community management e del marketing integrato digitale. Sul palco c’erano persone che si sono “inventate” un lavoro che non esisteva in effetti quando si sono laureate, ma che hanno capito e cercato di sfruttare con preparazione, entusiasmo e tenacia tutte le nuove potenzialità professionali che il web 2.0 stava presentando. Interessante è anche stato il racconto della case history del gruppo nato su Facebook “Hai studiato a Bologna se…”, dove vi sono 23.000 iscritti e una fortissima community sia online che offline.

L’evento è stato un vero successo con 20.000 presenze: per quanto riguarda i social su Twitter ReUniOn è stato un trending topic il 20 giugno – con i due hashtag più seguiti e twittati #reunionunibo#reunionsocial) – con 2.400.603 di impression. Oggi sono 15.700 i fans che seguono la pagina ufficiale su Facebook, con più di 103.500 engaged  per oltre 3.7 milioni di FB impression su ReUniOn. Davvero un successo che ci ha colmato di gioia e dove c’è stata anche una grande forza che ha permesso questi risultati grazie a un super team di lavoro composto anche da Mec&Partners (che ha seguito l’organizzazione, comunicazione offline e ufficio stampa) Best Union (parte organizzativa) e ovviamente l’ufficio comunicazione dell’Università di Bologna.

Preparativi Reunion Unibo

Il nostro viaggio nel ripercorrere questi mesi di ReUnion finisce qui, un viaggio dove abbiamo davvero potuto testare la forza della community online e offline e ci è stato confermato che oggi un buon piano di comunicazione funziona solo se la strategia digitale è integrata con quella tradizionale.

Eccoci quindi tutti insieme alla fine di questa meravigliosa esperienza professionale di ReUnion Unibo 🙂

Staff comunicazione ReUnion Unibo

About Valeria Moschet

Dopo una consolidata esperienza retail e commerciale nei settori abbigliamento e accessori, ho intrapreso una nuova sfida professionale e mi sono specializzata in Social Media Marketing. Da allora con grande passione ed entusiasmo lavoro come consulente per aziende di varie dimensioni e mercati, ma sono specializzata nei settori del Beauty, Moda e Lifestyle. Sono formatrice su temi dei social media e del Web 2.0.

NiceToLinkYou_FordItalia_lasfida

Nice To Link You: Ford Italia lancia la sfida e noi l’accettiamo!

Gli scorsi 10-11 giugno abbiamo avuto il piacere di partecipare alla Social Media Week di Roma, dove abbiamo accettato la divertente sfida lanciata da Ford Italia“Nice to Link you”.

Ci è stato chiesto di riuscire a connettere quanti più utenti possibili a un nuovo social network, in sostanza di diventare per un’ora dei veri e propri “social-evangelizzatori“. Partecipare è stato molto divertente, lo ammettiamo! Competere con un obiettivo di questo tipo ci ha rese agguerrite e pronte a tutto 🙂

In realtà, andare in giro per le strade di Roma ad intervistare persone sul tema “social media” ci ha messe davanti a diverse reazioni interessanti. Di fatto, questa esperienza può essere inserita tra i nostri casi studio (forse non proprio tra i più scientifici, ma sicuramente tra i più divertenti!) sulla diffusione della conoscenza dei social media in Italia.

Abbiamo fermato diverse categorie di persone, italiani e stranieri, e da quanto abbiamo potuto constatare (ma del resto ce lo immaginavamo) gli stranieri hanno dimostrato di avere più confidenza e conoscenza dei canali social, anche se ancora con diverse lacune (un intervistato di nazionalità inglese ci ha confessato di non avere ancora un profilo Linkedin!). Però è stato un italiano che ci ha dichiarato in modo perentorio e convinto che “mai e poi mai avrebbe aperto nessun profilo social“, nulla è servito perseverare nell’opera di convincimento, in questo caso l’evangelizzazione si è rivelata davvero impossibile 🙂 Grandi soddisfazioni invece sono arrivate dalla Marina Militare Italiana, che proprio in quei giorni si trovava in Piazza del Popolo per un evento: abbiamo fermato due simpaticissimi esponenti del corpo militare che si sono dimostrati preparatissimi e che ci hanno illustrato su quali canali social era già presente la nostra forza armata, e sono davvero tanti (guardate qui)! A loro, abbiamo tentato di strappare la promessa dell’apertura di un canale Periscope perfetto per trasmettere live 🙂

Chissà che cosa hanno potuto riscontrare gli altri influencer coinvolti nell’avventura! 🙂

Ecco il video racconto della sfida #NiceToLinkYou!

About Stefania Fregni

Appassionata di Comunicazione e Marketing nella vita e per lavoro, sono consulente da oltre 10 anni, specializzata nel settore Food & Beverage. Negli ultimi anni mi sono avvicinata al mondo del Social Media Marketing e del Marketing Digitale, specializzandomi e collaborando a diversi progetti. Sono amante del buon cibo e del buon bere, mi piace la fotografia e adoro viaggiare. Sono creativa, curiosa, organizzata e appassionata sempre in cerca di nuove avventure!

ChiacchiereeMargaritas_IlariaBarbotti_InMargaritaVeritas

Chiacchiere e Margaritas: un margarita con IlarysGrill

Ritornano le nostre interviste per “Chiacchiere e Margaritas”, una rubrica d’interviste “utili & futili” con i nostri amici della rete!
Un momento di confronto con colleghi e amici del web su tematiche in cui gli intervistati sono specializzati, per conoscere le loro esperienze “sul campo” direttamente dalla loro voce.

Ilaria Barbotti è Digital PR, Social Media Strategist, Fondatrice e Presidente di IgersItalia ed di Exploring Marche e Autrice di “Instagram Marketing” di Hoepli.

Perché questa volta abbiamo scelto proprio Ilary?
Appassionate di fotografia e Instagram quali siamo non potevamo certo lasciarci sfuggire una chiacchierata con lei soprattutto dopo il lancio del suo libro dedicato al Marketing su Instagram. Eccoci qui, quindi, attentissime per conoscere tutti i segreti del successo su Instagram! 😉 Pronti a leggere la sua intervista?

Quando e come nasce la tua avventura su Instagram? In che modo diventi fondatrice di @IgersItalia e in cosa consiste avere questo ruolo?
Instagram lo scopro nel marzo 2011. In Italia lo usavamo in pochi… scopro poco dopo essermi innamorata di questo mezzo che esistono delle community locali, ma in Italia nulla. Contatto il fonder @igers Philippe, che subito mi risponde entusiasta, partiamo con @igersitalia. All’inizio molto divertimento per capire che ben presto che sarebbe diventato moto altro…

IlariaBarbotti_ProfiloInstagram
Sui tuoi profili condividi sempre fotografie di luoghi meravigliosi, sei sempre in viaggio, è il tuo lavoro che lo richiede? Qual è una tua giornata tipo?
Sono spesso in viaggio per lavoro, sì. Tra lezioni, workshop e tour di promozione turistica o progetti che seguo mi sposto spessissimo,anche perché vivo nelle Marche che sono bellissime ma non proprio il centro del business per eccellenza. Sono spesso a Milano per incontri e progetti di lavoro, ma anche a Roma o in qualsiasi luogo d’Italia e d’Europa in cui si organizza un Instagram tour a promozione del territorio.

Come nasce invece il progetto di Exploring Marche? Che cosa è?
Exploring Marche
nasce nel dicembre 2013 da un’idea e dall’esperienza accumulata in svariati progetti social di promozione turistica. Nelle Marche se ne sente il bisogno e insieme a Nadia Stacchiotti, creiamo questo gruppo di persone che aiutano aziende, marchigiani e luoghi a farsi conoscere e a promuoversi nel mondo, attraverso il web, i social media e gli influencers di questi mondi.

Sappiamo che hai da poco scritto e lanciato il tuo libro sull’Instagram Marketing di Hoepli: ci riassumi brevemente di cosa parla e come hai vissuto la stesura del libro?
Il libro parla dei miei ultimi anni di vita ed esperienze lavorative. C’è molto di me nel libro, e di quello che ho creato con Instagram dal 2011 ad oggi. Ci sono idee, progetti, consigli, testimonianze felici, la mia idea di PR, su questo mondo ancora sconosciuto a tantissimi… vi consiglio di prenderne una copia 😉
La stesura è stata più veloce del previsto perché sapevo bene cosa e come scrivere, quindi grazie al supporto di una laureanda in economia e marketing, in 4 mesi abbiamo consegnato il libro finito con tante belle fotografie colorate a corredo. Le ultime pagine sono ispirazioni, con 30 foto di alcuni dei migliori Iger mondiali per me.

ilaria-barbotti-795x413-2

Instagram è diventato un Social Network davvero diffuso e tante sono le community che nascono ogni giorno: cosa pensi delle diverse Community su Instagram?

Instagramers Italia da sempre li riunisce tutti con eventi sempre aperti a tutti e con attività online per tutti. Non amiamo creare divisioni o gruppi chiusi, è proprio il nostro focus. Col tempo i numeri parlano chiaro, siamo l’unica community che rimane nel tempo, che organizza eventi online e offline e che ha un indiscusso seguito.

Qual è l’app che preferisci per la gestione o editing delle foto su Instagram?Assolutamente Snapseed. L’ho sempre usata e continuo ad usarla con soddisfazione. È completa, facile, veloce e si allontana dalle mode del momento. Utile anche Retouch per cancellare cavi o fili indesiderati :-)-
Altri strumenti utili per un community manager sono Picframe, Squaready, Photorepost.

Cosa ne pensi delle foto scattate con macchine fotografiche reflex e poi caricate su Instagram? Credi che si allontanino dall’essenza e dallo spirito con cui è nato questo social?

Capisco però che col tempo, molti Instagramer con un seguito e un’immagine, già bravissimi, cerchino ora strumenti più sofisticati di uno smartphone soprattutto per zoom e dettagli. L’importante è che venga sempre dichiarato lo strumento con cui si scatta. Io stessa scatto quasi sempre con Iphone, ma uso a volte la camera Sony QX10, il Sony Xperia Z3 Compact,

Ci daresti la tua ricetta segreta per il perfetto “Instagram Cocktail”?
Ovvero gli ingredienti più giusti per fare Marketing su Instagram.

  • Belle foto
  • Stile personale
  • Lasciare un po’ di sé stessi
  • Interagire tantissimo
  • Selezionare i vostri iger preferiti e seguirli costantemente
  • Condividere attimi della propria vita

Tu sei una marchigiana Doc, cosa ti piace di più della tua terra? Se non vivessi nelle Marche, dove ti piacerebbe vivere?
Io adoro le Marche, adoro le sue colline, il mare del Conero che dista 10 minuti da casa mia, mi piace la serenità e la semplicità con cui le persone vivono e con cui questi luoghi si presentano. Qui si mangia bene e si vive bene. Se non vivessi qui, vorrei vivere in un luogo tranquillo ma che mi permetta di lavorare e incontrare persone, ma le Marche rimangono al 1 posto.

Qual è il posto più bello che hai visitato?
In assoluto? Al primo posto c’è la costiera amalfitana, soprattutto il tratto Amalfi-Positano. Ma devo vedere ancora tantissimo per poter essere sicura… seguite il #girodilaria.

E come la tradizione di “Chiacchiere & Margaritas” vuole, finiamo l’intervista con un bel video messaggio sulle “grandi verità di Instagram” ☺

About Stefania Fregni

Appassionata di Comunicazione e Marketing nella vita e per lavoro, sono consulente da oltre 10 anni, specializzata nel settore Food & Beverage. Negli ultimi anni mi sono avvicinata al mondo del Social Media Marketing e del Marketing Digitale, specializzandomi e collaborando a diversi progetti. Sono amante del buon cibo e del buon bere, mi piace la fotografia e adoro viaggiare. Sono creativa, curiosa, organizzata e appassionata sempre in cerca di nuove avventure!