Risultati della Ricerca per: Houzz

houzz

Houzz… il social per gli appassionati di home design

Appassionati di architettura, design e home decor è arrivato il luogo 2.0 perfetto per voi! Si chiama Houzz.com è il nuovo social media che connette architetti, ristrutturatori e altri professionisti del design. Attraverso questa piattaforma è possibile per questi professionisti mostrare il proprio lavoro e connettersi a persone interessate ai loro servizi; una sorta di Pinterest ma strettamente riferito all’home design.

Houzz è stato definito dalla CNN come il “Wikipedia of interior and exterior design” ed è già diventato il più grande database per idee di home design in rete, con oltre 65000 professionisti connessi.

Houzz, social media per home design

 

Houzz permette sia ai consumatori che ai professionisti del settore di iscriversi e cominciare a condividere idee ed informazioni; dopo avere creato un proprio account è possiible scorrere tra migliaia di idee di design e foto ad alta risoluzione di qualsiasi categoria immaginabile! La differenza rispetto a Pinterest è che i consumatori si possono poi connettere direttamente con questi professionisti: Houzz diventa quindi perfetto per quegli utenti che vogliono arredare o ristrutturare casa ma non vogliono fare lunghi e snervanti giri negli showroom ;).

Schermata 2013-07-26 a 14.46.14

Una delle feature più amate di Houzz è poter creare con un semplice click degli “Ideabooks”, ovvero delle collezioni di tutte quelle fotografie che piacciono o sono interessanti. Si possono creare multipli Ideabooks per organizzare differenti idee di design, per stili o per particolari stanze della casa… Inoltre Houzz dà agli utenti anche la possibilità di caricare le proprie foto, consigliare le foto altrui e partecipare a un forum con delle discussioni, filtrabili per argomenti trattati.

Ideabooks su Houzz

 

Houzz può essere un eccellente strumento di marketing per architetti, designers e costruttori di case: la piattaforma dà loro modo infatti di inserire informazioni, link al proprio sito web, foto dei propri lavori o dei progetti a cui partecipano. Questa è un’ottima modalità per comunicare stile, qualità e varietà dei lavori che la propria azienda può offrire ad una potenziale clientela. Inoltre per questi professionisti sarà possibile, oltre a mostrare i propri lavori, costruire la propria credibilità e aumentare la propria reputazione tra il proprio target partecipando alle discussioni e rispondendo a domande su argomenti di loro competenza. Il servizio di ricerca di professionisti del settore nella propria area è un altro sistema, fondamentale, per farsi trovare dalla potenziale clientela ed è attivo anche in Italia pur essendo, fino ad oggi, il sito solo in inglese (nb: fate una ricerca nella vostra zona e troverete già moltissime attività!).

Io ormai sono “houzzizzata”, questo social mi ha rapito e mi porta con la mente a sognare case e arredamenti meravigliosi… e voi? Fateci sapere 😉

[Fonti: www.bluecorona.com e www.houzz.com]
articolo hom decor

Quanto è social l’interior design! Come web, social e app cambiano l’home decor

Progettare  una nuova casa o rinnovare quella in cui abitiamo, sono attività con cui la maggior parte di noi ha avuto a che fare. Non possiamo negare che si tratti di un’attività creativa, piacevole, divertente, ma davvero complessa, nella quale entrano in gioco moltissimi fattori: scelta del progetto, dei professionisti che ci seguiranno, degli arredi, dei colori e dei complementi…ma da qualche anno e con l’avvento del web 2.0 anche in questo settore molto è cambiato: si sono moltiplicati portali, community, social network ed app tutti a tema “interior design” ed hanno trasformato completamente il modo in cui privati, aziende e professionisti interagiscono ed il processo di progettazione e di acquisto. Scopriamo insieme come.

I social media per l’interior design

I social network offrono infinite opportunità sia per i privati interessati a trovare ispirazioni e spunti per la loro casa, sia per le aziende del settore interior design. Il re dei social network in questo ambito è Pinterest, seguito da Houzz a cui si aggiunge anche Homify.

Pinterest ha giocato sicuramente un ruolo importante nel modificare azioni e relazioni tra clienti, aziende e professionisti del settore e per chi opera in questo ambito è impossibile non esserci. Basti pensare che tra i 5 settori più seguiti su Pinterest, l’ Home Decor è al primo posto e tra gli argomenti più “pinnati” l’arredo e la casa si contendono il primato con il “food” e le ricette. Architetti e progettisti 2.0 lo usano anche come strumento di lavoro creando delle bacheche specifiche per ogni cliente, dove insieme con lui “pinnano” ispirazioni, suggestioni e spunti da utilizzare come base per la creazione del progetto.

Screen-Shot-2012-01-26-at-9.56.53-AM

Houzz, di cui abbiamo già parlato in un articolo di questo blog è diventato rapidamente il più grande database sull’interior design del mondo, creando relazioni tra i proprietari di abitazione, i costruttori, gli architetti e gli interior designer, ma anche tra questi soggetti e le imprese che operano nel settore.

Homify, è uno dei più recenti social legati all’interior design; molto simile ad Houzz, sta crescendo anch’esso rapidamente. Sono presenti al suo interno con diversi profili  i proprietari di casa, i professionisti e le aziende. E’ leggermente più “business oriented” rispetto ad Houzz in quanto si focalizza prevalentemente su prodotti e progetti, piuttosto che su trend e suggestioni. Offre la possibilità di porre domande e di ottenere la risposta di un esperto: ottimo strumento per professionisti ed aziende per mettersi in mostra.

Homify

E-commerce per la casa: l’acquisto è sempre più a portata di click

Se i social hanno cambiato il modo in cui tutti gli attori della filiera dell’interior design si relazionano, l’avvento degli e-commerce specializzati (per fare solo alcuni nomi: lovethesign, made.com, dalani, madeindesign )  ha modificato il modo in cui avvengono glia acquisti di prodotti della casa. Secondo i dati del Politecnico di Milano l’e-commerce B2C nel 2013, in Italia, per prodotti di arredo ha registrato +220% in un anno. I numeri in valore assoluto non sono grandissimi, ma ci dicono che,  anche in un paese come il nostro in cui la propensione ad acquistare on line non è alta come in altri paesi, la tendenza è in forte aumento. In questo settore l’e-commerce non è soltanto un canale di vendita: diventa una fonte di ispirazione per il privato che ha a disposizione innumerevoli alternative di ogni stile e prezzo e può fare acquisti in modo rapido e spesso conveniente,  e per le aziende ed i distributori è un importante strumento per conoscere gusti, preferenze, possibilità di spesa e abitudini di acquisto dei consumatori online.

Il web: una vetrina globale per l’architetto

Grazie al web 2.0 ed ai social network cambia rapidamente anche il modo in cui designer, architetti e progettisti si approcciano al mercato ed ai loro clienti. Moltissime sono le piattaforme on line dedicate ai professionisti dell’interior design che permettono lo scambio di informazioni con i colleghi, la possibilità di promuovere i propri progetti, tessere relazioni e far crescere la propria attività anche al di fuori dei confini locali o nazionali.  Tra queste citiamo Archilovers, Architizer ed il social network Designer Pages.

Immagine1

Quest’ultimo, ad esempio, è un immenso database di prodotti e progetti che consente di fare ricerche mirate, creare un profilo professionale, avviare workshop virtuali e consultare la sezione delle pubblicazioni di settore.

Come ti progetto una casa app per app

Ed infine per chiudere vi offriamo una carrellata con alcune delle immancabili app che hanno visto una proliferazione anche nel settore dell’interior design. Utili, futili, pensate per privati e professionisti permettono di ispirarsi, misurare, confrontare e memorizzare, e soprattutto condividere tutto sempre a portata di mobile 🙂

Home Styler: un’app a metà tra un programma di arredamento e un social network come Instagram. Scattando una foto all’ambiente da arredare sarà possibile provare e scegliere le tinte dei muri, gli accessori, e gli elementi di arredo. Una volta completata l’opera è possibile condividerla con gli altri utenti.

Homestyler-Room-645x500

Colour Capture: l’ispirazione può coglierci in ogni momento per questo motivo è nata questa app che permette di fare una foto e confrontare i colori dell’immagine catturata con le scale di colore standard usate anche in edilizia.

Photo Measure: l’app perfetta per prendere, salvare e condividere le misure di un ambiente, semplicemente fotografandolo.

E voi ne conoscete altre? Aggiungete le vostre! 🙂

atmine2

at{mine} nasce un nuovo social per l’home design

Social media e home decor si legano davvero bene insieme e lo abbiamo già sottolineato nel nostro blog parlandovi di Houzz, sicuramente il più grande database per idee di home design in rete, e di Polyvore, il social nato per creare moodboard legate alla moda, che ha recentemente aperto le porte agli appassionati di design per la casa.

Oggi voglio parlarvi di una assoluta novità, così nuova che è ancora in versione beta,  e si chiama at{mine}.

atmine1

Si tratta di una social community dedicata al mondo del design della casa e dell’arredamento nella quale però l’elemento differenziante rispetto a tutti gli altri social legati all’home decor è che at{mine} si basa esclusivamente sulla condivisione di foto di angoli, stanze o elementi della propria abitazione.

Non solo quindi immagini di case realizzate da famosi architetti o residenze esclusive, su at{mine} possiamo mettere in mostra le creazioni personali, gli abbinamenti di colore e tutti gli elementi della nostra casa di cui andiamo più fieri. Basta creare il profilo personale e caricare le proprie immagini.

atmine4

Tutto ciò può essere arricchito dalla descrizione di ogni particolare della abitazione e dalla possibilità di taggare oggetti come mobili o complementi di arredo specificando, se vogliamo, il nome del rivenditore o dell’azienda da cui l’abbiamo acquistati.

In questo modo, chi ci segue potrà scoprire dove acquistare quel prodotto visto e segnalato nelle immagini del nostro profilo.

Su at{mine} è possibile inoltre, seguire altri profili, segnalare con un like il proprio apprezzamento, commentare, e cosa molto utile, creare una wishlist dei prodotti visti nelle altre case che ci sono particolarmente piaciuti e vorremmo acquistare anche noi.

atmine_tag

Dal punto di vista delle aziende del settore arredamento lo sviluppo di social come at{mine} costituisce una grandissima opportunità: quella di avere per i propri prodotti innumerevoli “vetrine” ed ambientazioni reali realizzate dagli stessi clienti all’interno della propria casa. E come ben sappiamo questo tipo di “pubblicità” basata sul passaparola vale molto più di ogni altra forma di advertising!

Nel momento in cui uno o più utenti del nuovo social segnalano  il nome di un negozio o di un’azienda tramite tag su di una loro foto, at{mine} crea la pagina dedicata a quell’azienda dandogli la possibilità di reclamarne la titolarità.

Ultimo ma non meno importante: la grafica di at{mine} a mio avviso è davvero fantastica! Semplice e lineare, insomma davvero  giusta per valorizzare le immagini che sono alla base di questo social molto visual, come la maggior parte delle community legate all’interior design.

atmine_home

Come vi dicevo all’inizio, l’accesso alla versione beta di questa nuova piattaforma londinese è solo su invito e dato che mi incuriosiva moltissimo l’ho richiesto ed è arrivato dopo circa 10 giorni.  I membri beta utilizzano il sito prima di tutti gli altri, influenzando direttamente lo sviluppo del social attraverso i loro commenti.

E voi cosa ne pensate? Vi piacerebbe far conoscere tramite at{mine} gli angoli più belli della vostra casa o i prodotti della vostra azienda? Se volete provarlo di persona, come beta tester ho la possibilità di invitare 5 persone. Basta chiedere…. 🙂

PolyvoreHeader

Polyvore apre le porte all’home decor

Se siete appassionati o addetti ai lavori del mondo del fashion sicuramente conoscete già Polyvore, il social che fin dal 2007 permette agli utenti di creare i propri set personalizzati abbinando abiti, cosmetici e accessori e che vanta collaborazioni con nomi come Lady Gaga e Katy Perry e brand del calibro di Calvin Klein, Lancôme e Diane Von Furstenberg.

Polyvore2

Da pochi giorni Polyvore ha aperto una nuova sezione dedicata all’home decor, Polyvore for Home per l’appunto, nella quale gli utenti possono creare i propri set dedicati alla casa secondo il proprio gusto e fantasia.
Quello che differenzia Polyvore da altri social già accreditati nel mondo dell’home design come ad esempio Houzz è la possibilità di importare gli oggetti direttamente dai siti web ed abbinarli e comporli tra loro tramite una semplice interfaccia drag&drop, e soprattutto il suo collegamento diretto col mondo dell’e-commerce.

03_home_create
Polywore è infatti focalizzato sullo shopping, e navigando tra i set è possibile visualizzare direttamente il prezzo dei singoli oggetti che lo compongono, ed andare immediatamente al sito e-commerce corrispondente con un semplice clic.

E’ possibile creare il proprio profilo inserendo i link al proprio sito ed ai propri contatti sociali e si può interagire commentando sia i set che i singoli oggetti, entrambi ricercabili tramite tag ed organizzabili in collezioni. I set possono essere facilmente condivisi sugli altri social, siti e blog, e gli oggetti importati possono essere utilizzati anche dagli altri utenti.

Teen room ♥

E’ facile quindi intuire le potenzialità di marketing di Polyvore, già affermato soprattutto tra il pubblico femminile (il 50% degli utenti sono donne con meno di 34 anni, ma è altamente probabile che grazie a questa innovazione il pubblico si amplierà) e con un alto potenziale virale anche grazie alla facile integrazione  con Pinterest.

Io ho creato il mio profilo già da alcuni anni, e non vedo l’ora di provare questa novità, e voi? 😉

 

[fonti: techcrunch.com, blog.polyvore.com]