Archivio per la Categoria ‘Green & Social Media’ Category

Legambiente_Italia

Campagna Legambiente 5xchi: la forza dei social per tre progetti “green”

Comunicazione green e social media hanno moltissimo in comune: trasparenza, credibilità e coinvolgimento, ed è per questo motivo che quando queste due realtà  si fondono in un progetto concreto e ben orchestrato i risultati non tardano ad arrivare.

Oggi vorrei presentarvi un caso, tutto italiano, di campagna social al servizio di una causa “green”, sto parlando della nuovissima campagna di comunicazione sul 5×1000 di Legambiente realizzata dalla cooperazione tra Sqcuola di Blog e l’agenzia Binario Comunicazione.

La famosa associazione ambientalista italiana che, con oltre 115.000 soci protegge le nostre coste e le nostre città dall’inquinamento, contrasta il nucleare e l’abusivismo edilizio, ha scelto di comunicare puntando proprio sulla viralità della rete per diffondere il più possibile il suo messaggio.

Alla base dell’inedita campagna di comunicazione chiamata 5xchi c’è la competizione amichevole tra tre progetti strategici che stanno impegnando tutte le forze dei volontari di Legambiente:  Goletta Verde, Orti Urbani e Terra dei Fuochi. Ognuno di essi vuole meritare il 5×1000 dei contribuenti.

Il fulcro dell’iniziativa”social” è una pagina web dalla quale l’associazione invita i suoi soci e tutti gli altri italiani che pensano di destinare il 5 x 1000 a Legambiente a votare per uno dei tre progetti.

Legambiente_5xchi

Il risultato della votazione, oltre ad essere sintetizzato da un grafico che visualizza la situazione in tempo reale della distribuzione delle preferenze, viene postato anche sul profilo Facebook di chi ha espresso il voto, ampliando così, grazie ai social ed al passaparola, la portata virale del gesto.

Anche Twitter ha il suo ruolo specifico: attraverso l’hashatag ufficiale #5xchi ed agli hashtag dei singoli progetti #teamOrti, #teamGoletta e #teamFuochi, contribuisce alla diffusione del messaggio nei confronti di influencer e potenziali sottoscrittori.

Infine, Instagram non poteva mancare  nel gruppo dei canali social utilizzati per dare voce alla campagna di Legambiente. Il profilo dell’associazione è ricco di immagini evocative sui tre progetti e sulle bellezza della nostra terra.

Legambiente Instagram

E voi avete già dato il vostro voto? Ricordate che votare è un gesto simbolico, in quanto Legambiente ripartirà comunque il denaro derivante dal 5×1000 su tutti e tre i progetti, ma la sfida on line tra di essi è la leva strategica per accendere la consapevolezza che molto si può fare per il nostro ambiente anche con un semplice gesto, come quello di una firma sulla dichiarazione dei redditi.

Se volete far sapere a tutti qual è il vostro progetto preferito fate click qui

About Paola Valeri

Ho un'esperienza a 360° nel Marketing e nella Comunicazione aziendale, in tutte le sue forme… soprattutto quelle social 🙂 Per diffondere e condividere questa passione parlo di Marketing e Social Network anche nei corsi che tengo per aziende, enti ed associazioni. Scrivere mi appassiona e diverte e per questo sono diventata giornalista pubblicista. Da qualche tempo mi interesso di sostenibilità aziendale e di “green marketing”.

Bellezza Sostenibile Davines

Partner “social” di Davines per la Giornata della Bellezza Sostenibile

In occasione della Terza Giornata della Bellezza Sostenibile, l’evento organizzato da Davines Italia, per sensibilizzare i saloni affiliati ed i loro clienti a temi legati all’ecosostenibilità, fondamentali per questa azienda,  io e Paola siamo state coinvolte con nostro grande piacere come partner social e blogger ufficiali dell’evento.

Terza giornata della bellezza sostenibile Davines

 

 

 

 
L’evento si è tenuto il 3 Marzo 2014 in tutta Italia presso i saloni che hanno aderito all’iniziativa: i clienti che si sono recati in questi esercizi, ricevendo un trattamento di taglio o piega, hanno potuto poi fare una libera offerta per il servizio ottenuto, sapendo che tale importo sarebbe stato poi totalmente devoluto ad un progetto di riforestazione, gestito da Life Gate, nella Riserva Sakalalina nel Madagascar meridionale. Un modo, sia per i saloni che per i clienti, di mettersi in gioco e sostenere che bellezza ed ecosostenibilità possono andare davvero a braccetto, grazie anche ad un’azienda che ha reso questi valori primari per il proprio business.

Kit Davines Bellezza Sostenibile

Dopo avere seguito il pre-evento in collaborazione con l’ufficio di Social Media Marketing di Davines con attività sul blog ufficiale, sulla pagina Facebook e di Pr con le beauty blogger, abbiamo raccontato la giornata “live” andando di persona a vivere questa esperienza presso un salone della nostra città. Io sono andata a Bologna presso il Comfort Zone Space e Paola ha visitato il salone Sensazioni di San Benedetto del Tronto (AP).
Vi raccontiamo allora con due photo-collage la nostra giornata 🙂

Ecco il mio:

Valeria Moschet Comfort Zone Space Bologna

Ed ecco qui quello di Paola:

Paola Valeri Salone Sensazioni Davines

Ma non è finita qui… questo evento si concluderà con un altro momento live molto importante in occasione della fiera Cosmoprof a Bologna dove saranno premiati i saloni “Best Decorators” (per l’occasione era stato richiesto di decorare il salone in stile eco-chic) e l’autore della foto più bella, tra quelle inviate dai clienti ed ispirate appunto a questo tema, del concorso Instagram “Bellezza Sostenibile“. Ovviamente saremo presenti anche in questa occasione e racconteremo con le nostre foto, tweet e post la giornata 😉

Seguire a 360° un appuntamento come questo è stato per noi davvero interessante: solo così siamo riuscite a cogliere le tante sfumature della promozione di un evento attraverso i social media vivendone anche la sua parte offline. Un grande onore è stato poi collaborare ancora una volta con un’azienda dell’importanza di Davines :).

About Valeria Moschet

Dopo una consolidata esperienza retail e commerciale nei settori abbigliamento e accessori, ho intrapreso una nuova sfida professionale e mi sono specializzata in Social Media Marketing. Da allora con grande passione ed entusiasmo lavoro come consulente per aziende di varie dimensioni e mercati, ma sono specializzata nei settori del Beauty, Moda e Lifestyle. Sono formatrice su temi dei social media e del Web 2.0.

pin

Pinterest per aziende “green”: la sostenibilità spiegata con le immagini

Le principali caratteristiche di Pinterest sono la sua semplicità ed immediatezza. Questo social network permette infatti agli utenti di condividere foto che meglio rappresentano i propri desideri, passioni ed interessi, semplicemente con un click. Ed il linguaggio delle immagini è senza dubbio il più immediato, universale ed emozionale.

Per questo motivo le aziende stanno progressivamente prendendo coscienza del potenziale comunicativo di Pinterest e dei benefici che esso può portare se si sceglie di utilizzarlo per la comunicazione dei propri valori, e le aziende green non fanno eccezione. Sia che si tratti di un ristorante biologico, di un brand che crea prodotti sostenibili per la cura dei capelli, di un produttore di cibo a km zero, per tutti Pinterest può essere un utile strumento per condividere attraverso l’uso delle immagini il senso della cura e dell’attenzione verso l’ambiente, rendere partecipe la propria community delle  iniziative di Responsabilità Sociale ed Ambientale (CSR) messe in atto, e perché no dare impulso al proprio business sostenibile.

Ma quali sono i vantaggi che offre l’apertura di un profilo Pinterest ad  un’azienda “green” grande o piccola che sia?

1) Pinterest offre una modalità più immediata ed appealing rispetto alla sezione di  Corporate Social Responsibility del sito aziendale per raccontare in proprio impegno nella sostenibilità. Le immagini possono aiutare a comprendere meglio di tante parole i concetti di “efficienza energetica”, “gestione dei rifiuti”, “ecodesign”, “commercio equo e solidale”, non solo informando ma anche, ed è importantissimo, coinvolgendo. Whole Foods, la più  grande azienda di distribuzione americana di prodotti biologici ed alimenti naturali,  ha creato una board  dedicata alla sua Whole Planet Foundation ed alle molte iniziative green che porta avanti nel  mondo. Whole Planet Foundation è un’organizzazione privata, senza scopo di lucro che offre microcredito in America Latina, Africa e Asia.

Pinterest_WholeFoods

2) Pinterest, permette di presentare agevolmente in un unico luogo più iniziative di sostenibilità e responsabilità sociale aziendali, senza annoiare chi visita il profilo, proprio grazie al potere evocativo delle immagini. Chi lo desidera potrà poi, semplicemente cliccando su una board o su un’immagine, approfondire il tema che lo appassiona o lo incuriosisce maggiormente.  Naturalmente non tutte le aziende sono paragonabili ad IBM che nel suo profilo Pinterest  presenta numerose bacheche sul tema della sostenibilità (di particolare rilevanza: Building a Smarter Planet), ma ad ogni  modo se un’ azienda, qualsiasi sia la sua dimensione, sta facendo progressi nello sviluppo di un prodotto sostenibile o ha acquisito una certificazione “green” dovrebbe creare almeno una board che si ispiri a tali successi.

3)Pinterest coinvolge ed incoraggia l’adozione di comportamenti green anche nella vita di tutti i giorni. Uno degli obiettivi di un’azienda green dovrebbe essere anche quello di formare il pubblico sui temi ambientali e spingere quante più persone possibili a pensare ed agire responsabilmente anche nelle piccole azioni quotidiane. Su questo fronte Pinterest può essere di grande aiuto. Le bacheche legate al tema del DIY (do it yourself), del riciclo e riuso creativo, della realizzazione di prodotti di bellezza naturali, sono molto diffuse e soprattutto molto seguite su Pinterest. Le aziende “green oriented” attraverso l’uso di bacheche ispirate a tali temi posso stimolare interesse e condivisione nonché generare un atteggiamento mentale positivo nei confronti dello stile di vita sostenibile.

Recycle

4) Utilizzare in chiave “green” i contest su Pinterest. I concorsi, come noto, fanno leva su tendenze innate nella natura umana: raggiungere obiettivi, ottenere ricompense e vincere nella competizione e, se realizzati  sui social media, permettono agli utenti di discutere, condividere e comparare le proprie esperienze. Un esempio di contest Pinterest basato sulla sostenibilità ce lo offre Wallmart, l’azienda titolare della più grande catena per il commercio al dettaglio nel mondo. Il concorso intitolato “Walmart Pin to Win” richiedeva ai partecipanti di creare sul proprio profilo Pinterest una bacheca intitolata “Walmart Green” e pinnare almeno 10 prodotti dal sito di Walmart che esprimessero al meglio le loro scelte sostenibili nella vita di tutti i giorni.

ad843x403-e1346790043423

Sotto ogni pin doveva essere riportato l’hashtag #WalmartGreen. In palio cinque buoni spesa da $ 500 destinati ai creatori delle migliori board. Il concorso, che è durato una sola settimana, ha dato buoni frutti per l’azienda generando 100 commenti, 700 Likes, 1.547 repin e 1657 nuovi follower. Certo non tutte le aziende hanno le dimensioni e la notorietà di Walmart, ma l’organizzazione di un contest su Pinterest può dare ottimi risultati in termini  di viralità dei contenuti e di engagement, e per attrarre nuovi follower che potranno diventare potenziali nuovi clienti.

Cover photo credit: jm2c via photopin cc

About Paola Valeri

Ho un'esperienza a 360° nel Marketing e nella Comunicazione aziendale, in tutte le sue forme… soprattutto quelle social 🙂 Per diffondere e condividere questa passione parlo di Marketing e Social Network anche nei corsi che tengo per aziende, enti ed associazioni. Scrivere mi appassiona e diverte e per questo sono diventata giornalista pubblicista. Da qualche tempo mi interesso di sostenibilità aziendale e di “green marketing”.

Green & Social Media_Natura

Green e Social Media: una ricerca ci spiega best practice e tendenze

Sempre più le aziende utilizzano i social media per parlare delle loro iniziative green. Ma tutte lo fanno nel modo giusto?  Per rispondere a questa domanda vi presentiamo un report che ogni anno analizza il modo in cui le aziende usano i social per parlare di sostenibilità e riporta anche una classifica delle società che lo fanno nel modo migliore!

Si chiama SMI-Wizness Social Media Sustainability Index e nella sua edizione del 2013 (analisi riferita al 2012), uscita da pochissimo, possiamo trovare molte indicazioni e spunti interessanti.

E’ importante premettere che per realizzare questa analisi sono state esaminate dai ricercatori del SMI (che sta per Social Media Influence) 400 aziende americane ed europee tra le migliori nei loro settori di appartenenza nello sviluppo di strategie ed iniziative green.  E’ seguita per ciascuna di esse la verifica delle modalità di utilizzo dei loro canali social e siti web (circa 2.000 elementi analizzati) e sulla base di questa analisi i ricercatori hanno messo iIMG_6815n evidenza le best practice.

Tra le 100 aziende risultate migliori troviamo principalmente società appartenenti ai settori della grande distribuzione al dettaglio, degli elettrodomestici e del “food & beverage”, i canali maggiormente utilizzati risultano essere Facebook e Twitter.

Secondo la ricerca inoltre, l’utilizzo dei blog da parte delle aziende green è molto più ampio rispetto a quello del canale YouTube. Inoltre, per la prima volta quest’anno il Social Media Sustainability Index  rileva l’utilizzo di Pinterest per la comunicazione di iniziative green. Un ottimo segnale per il social media che parla per immagini, il quale ha molte potenzialità per divenire un efficace mezzo di comunicazione della sostenibilità aziendale. Rimane indietro per ora solo Google+, il canale social del gigante di Mountain View  che risulta, secondo la ricerca, il meno utilizzato per lo scopo.

Tra le tendenze più seguite per il green marketing sui social media, la principale è sicuramente il content management. Ossia la declinazione dei contenuti derivanti dalle attività ed iniziative di sostenibilità aziendali modellati seguendo le modalità di comunicazione più attrattive per lee diverse community aziendali; segue la creazione di app, di infografiche  ed anche di giochi on line che si pongono l’obiettivo di informare il pubblico dandogli nello stesso tempo strumenti utili e divertenti per migliorare in chiave green il proprio stile di vita.

Green e social media hanno tanto in comune ed è un binomio che a noi interessa moltissimo, proprio per questo torneremo presto a parlarne insieme a voi! 🙂

 

About Paola Valeri

Ho un'esperienza a 360° nel Marketing e nella Comunicazione aziendale, in tutte le sue forme… soprattutto quelle social 🙂 Per diffondere e condividere questa passione parlo di Marketing e Social Network anche nei corsi che tengo per aziende, enti ed associazioni. Scrivere mi appassiona e diverte e per questo sono diventata giornalista pubblicista. Da qualche tempo mi interesso di sostenibilità aziendale e di “green marketing”.