Matrimoni_Digitali

Matrimoni social e digitali? Sì, grazie!

Ormai è evidente che il rapporto tra matrimoni e digitale, social network in particolare, sta diventando sempre più stretto, anche nel nostro paese. Ovviamente non troveremo ancora tutti gli spunti e le incredibili possibilità che potremmo invece trovare negli States, precursori di tendenze in tanti settori, ma sicuramente una certa apertura c’è stata negli anni anche qui in Italia.

Di recente sono stata al matrimonio di una mia cara amica che mi ha invitata a scaricare un’applicazione (WedShoots) per condividere le mie fotografie in un album dedicato creato dagli sposi. Questo mi ha fatto riflettere e mi ha fatto venir voglia di indagare l’argomento da un punto di vista “professionale”. Ho fatto quindi delle ricerche sul web e ho trovato moltissimo materiale. Dietro al settore del wedding si nasconde ovviamente un mondo e questo non è un segreto, ma siamo tutti a conoscenza che anche il digital wedding sia un ambito altrettanto vasto e ricco di possibilità?

Devo fare una premessa doverosa: non ho mai organizzato un matrimonio e quindi non ho mai avuto la possibilità di sviscerare l’argomento da un punto di vista analitico come solo io saprei fare 😉 Quanto leggerete in questo post è frutto di una ricerca di qualche ora che riporta quello che mi ha colpito e che mi ha fatto riflettere.

Partiamo dalla mia esperienza personale, ovvero dal matrimonio a cui sono appena stata. Gli sposi, oltre a invitarci a condividere le nostre foto tramite WedShots, hanno creato il sito del proprio matrimonio. Pensate forse che abbiano usato un WordPress? Certo che no, ancora più facile: basta andare su matrimonio.com nella sezione “wedding site” e con un clic ti sei tolto il pensiero! Fantastico! Puoi raccontare la tua storia, dare informazioni utili sulla cerimonia, sulla lista di nozze ecc.

matrimonio.com_website

Navigando poi su matrimonio.com ci si rende subito conto di quanti altri servizi questo sito web può offrire: dal weddingorganizer, alle testimonianze di sposi, alle community in cui entrare a far parte, fino ad arrivare  addirittura a un concorso a cui partecipare per vincere un budget per il “tuo matrimonio”.

Praticamente matrimonio.com è il parente italiano dell’americano The Knot insieme a cui Mashable ha condotto una ricerca sulle abitudini digitali degli sposi durante il processo di preparazione del proprio matrimonio. L’articolo di Mashable dedicato appunto a questa ricerca (datato luglio 2014) descrive i risultati emersi e mostra come “le spose stanno digitalizzando in maniera sempre più consistente il grande giorno. Ecco l’infografica scaturita dalla ricerca.

The-Knot-Mashable-SocialWeddingSurvey-Infographic-FINAL
I dati che mi colpiscono di più sono:

  1. Il 55% delle spose sceglie e utilizza un hashtag per il proprio matrimonio;
  2. Sebbene ci siano delle percentuali rilevanti di sposi che non vogliono condividere foto del proprio matrimonio sui social media e nemmeno vogliono farlo fare ai propri ospiti (31-35%), il 68% vuole vedere foto condivise sui social media in tempo reale e il 60% prende in considerazione di utilizzare App di condivisione per i propri ospiti; 
  3. L’89% delle spose, poi, utilizza App per pianificare il proprio matrimonio (Oo)

Sembra proprio che, da un lato, nella cultura americana il matrimonio sia fondamentalmente digital, dall’altro, che il fatto che non lo sia dipenda da una scelta voluta e consapevole degli sposi e non da una mancanza di conoscenza della possibilità.

E ancora la ricerca condotta ci dice che prima di dire il sì tanto atteso le spose americane “traggono ispirazione su Pinterest, Facebook e altri tool dedicati al matrimonio” […] oppure scelgono la canzone per il loro primo ballo su Spotify.

Vogliamo parlare poi dei video che sono diventati virali e che milioni di persone hanno visto? Vorrei citarne solo 2, quello intitolato JK Wedding Entrance Dance” con più di 88 milioni di visualizzazioni, che mostra un’allegra danza al momento dell’ingresso in chiesa, e quello dal titolo “Best Marriage Proposal of 2015 (Warning: Will Make You Cry!) – 365 Day Proposal” con più di 20 milioni di visualizzazioni, forse la proposta di matrimonio più lunga e pianificata della storia dell’umanità 😉

 

Alla luce di tutto questo, come non pesare che pianificare e organizzare matrimoni “social” e digitali possa non diventare oltre che una capacità da possedere per i singoli sposi anche una professione o un servizio da sviluppare? Sulla base di quanto esiste già, ad esempio il Social Media Wedding Concierge oppure il Wedding Reporter, e di quanto accade in altri paesi, forse varrebbe proprio la pena provare a specializzarsi in questo settore anche in Italia. Quasi quasi ci faccio un pensierino 😉

About Stefania Fregni

Appassionata di Comunicazione e Marketing nella vita e per lavoro, sono consulente da oltre 10 anni, specializzata nel settore Food & Beverage. Negli ultimi anni mi sono avvicinata al mondo del Social Media Marketing e del Marketing Digitale, specializzandomi e collaborando a diversi progetti. Creativa, curiosa e organizzata, sono sempre in cerca di nuove avventure!

Commenti

commenti

Tags: , , , , , ,

Lascia un Commento