medium_3128330968

Lo shopping di Natale è sempre più social

Questo Natale il più grande centro commerciale per l’acquisto dei regali si trova on line. Stanno radicalmente cambiando le modalità con cui le persone realizzano il proprio shopping: si preferisce sempre di più la comodità dell’acquisto sul web alla ricerca affannosa dei regali natalizi nei negozi.

The Telegraph stima che a Dicembre in Gran Bretagna verranno spesi per gli acquisti on line oltre 10 miliardi di sterline ed afferma che questo sarà in assoluto il primo anno in cui più della metà del budget dedicato allo shopping natalizio verrà impiegato per acquistare regali sul web.

L’Italia segue lo stesso trend, da una ricerca realizzata da Tns-eBay si scopre che anche nel nostro Paese è boom di acquisti on-line per i regali di Natale: oltre 15 milioni di italiani utilizzeranno il web per i loro acquisti e più di 7 milioni si serviranno di dispositivi mobile.

In questo panorama in rapida evoluzione i social media giocano un ruolo sempre più cruciale nell’influenzare le preferenze e le scelte di tutti coloro che visitano la rete alla ricerca del regalo “wow effect”.

Ed i numeri confermano. Una ricerca di Crowdtap riferita al mercato USA, sicuramente sempre avanti su questi temi e quindi utile per segnalare i trend ;), ci spiega che lo scorso Natale il 67% degli americani ha acquistato almeno un regalo “suggerito” dai social media e che il migliore consiglio per fare un acquisto natalizio nel 92% dei casi viene dal passaparola dei propri amici.

info1

Dunque buone notizie per le aziende che scelgono di essere presenti sui social media in maniera ancora più mirata proprio nel periodo di Natale. Ma quali sono i social su cui puntare? Twitter ad esempio. Si, perché una recentissima analisi condotta dal social media dei 140 caratteri in collaborazione con  GlobalWebIndex ci fa capire che Twitter e lo shopping natalizio vanno a braccetto, in particolare in UK.

Twitter influenza le decisioni su dove fare shopping e su cosa comprare ed in più è un modo rapido ed immediato di condividere le proprie esperienze d’acquisto. Il 37% degli inglesi intervistati afferma di essere stato influenzato da Twitter per la scelta di quali shop on line visitare ed il 42% conferma di aver twittato ai propri follower informazioni sui suoi acquisti natalizi.

Importantissimo quindi per aziende e retailer essere sempre al top della twitter timeline. Non è un caso infatti che il colosso degli acquisti on line Amazon abbia annunciato la novità del servizio “Prime Air” proprio agli inizi di Dicembre.

Non male vero? Ma potrete trovare altre informazioni leggendo questa infografica.

twitter2

Il social che può definirsi il principale influenzatore e canalizzatore di traffico per lo shopping natalizio è sicuramente Pinterest che per le sue caratteristiche visual ed aspirazionali diventa in questo periodo di holiday shopping un’immensa vetrina dei desideri.

Lab 42, società USA di ricerche di mercato, intervistando un campione di utenti di Pinterest ha scoperto che:  il 59% dei partecipanti al sondaggio ha acquistato per Natale un regalo visto su Pinterest osservando con attenzione le bacheche dei propri amici per  centrare il “perfect gift”.   Non stupisce inoltre che il 52%  del campione abbia affermato di trascorrere più tempo sul social network delle immagini durante i mesi di vacanza e che oltre la metà degli intervistati (54%) utilizzi Pinterest più frequentemente nei mesi di novembre e dicembre.

pinterest2

Non c’è dubbio, quello che sta arrivando sarà un “Very Social Christmas”, esempio di una tendenza che influenzerà sempre di più il modo di fare acquisti e non solo a Natale. Una grande opportunità per le aziende che sapranno coglierla al volo 😉

Photo credit: premasagar via photopin cc

 

About Paola Valeri

Ho un'esperienza a 360° nel Marketing e nella Comunicazione aziendale. Parlo di Marketing e Social Network nei corsi che tengo per aziende, enti ed associazioni. Scrivere mi appassiona e diverte e per questo sono diventata giornalista pubblicista. Da qualche tempo mi interesso di sostenibilità aziendale e di “green marketing”.

Commenti

commenti

Tags: , , , , , , , , , , ,

Lascia un Commento