pin

Pinterest per aziende “green”: la sostenibilità spiegata con le immagini

Le principali caratteristiche di Pinterest sono la sua semplicità ed immediatezza. Questo social network permette infatti agli utenti di condividere foto che meglio rappresentano i propri desideri, passioni ed interessi, semplicemente con un click. Ed il linguaggio delle immagini è senza dubbio il più immediato, universale ed emozionale.

Per questo motivo le aziende stanno progressivamente prendendo coscienza del potenziale comunicativo di Pinterest e dei benefici che esso può portare se si sceglie di utilizzarlo per la comunicazione dei propri valori, e le aziende green non fanno eccezione. Sia che si tratti di un ristorante biologico, di un brand che crea prodotti sostenibili per la cura dei capelli, di un produttore di cibo a km zero, per tutti Pinterest può essere un utile strumento per condividere attraverso l’uso delle immagini il senso della cura e dell’attenzione verso l’ambiente, rendere partecipe la propria community delle  iniziative di Responsabilità Sociale ed Ambientale (CSR) messe in atto, e perché no dare impulso al proprio business sostenibile.

Ma quali sono i vantaggi che offre l’apertura di un profilo Pinterest ad  un’azienda “green” grande o piccola che sia?

1) Pinterest offre una modalità più immediata ed appealing rispetto alla sezione di  Corporate Social Responsibility del sito aziendale per raccontare in proprio impegno nella sostenibilità. Le immagini possono aiutare a comprendere meglio di tante parole i concetti di “efficienza energetica”, “gestione dei rifiuti”, “ecodesign”, “commercio equo e solidale”, non solo informando ma anche, ed è importantissimo, coinvolgendo. Whole Foods, la più  grande azienda di distribuzione americana di prodotti biologici ed alimenti naturali,  ha creato una board  dedicata alla sua Whole Planet Foundation ed alle molte iniziative green che porta avanti nel  mondo. Whole Planet Foundation è un’organizzazione privata, senza scopo di lucro che offre microcredito in America Latina, Africa e Asia.

Pinterest_WholeFoods

2) Pinterest, permette di presentare agevolmente in un unico luogo più iniziative di sostenibilità e responsabilità sociale aziendali, senza annoiare chi visita il profilo, proprio grazie al potere evocativo delle immagini. Chi lo desidera potrà poi, semplicemente cliccando su una board o su un’immagine, approfondire il tema che lo appassiona o lo incuriosisce maggiormente.  Naturalmente non tutte le aziende sono paragonabili ad IBM che nel suo profilo Pinterest  presenta numerose bacheche sul tema della sostenibilità (di particolare rilevanza: Building a Smarter Planet), ma ad ogni  modo se un’ azienda, qualsiasi sia la sua dimensione, sta facendo progressi nello sviluppo di un prodotto sostenibile o ha acquisito una certificazione “green” dovrebbe creare almeno una board che si ispiri a tali successi.

3)Pinterest coinvolge ed incoraggia l’adozione di comportamenti green anche nella vita di tutti i giorni. Uno degli obiettivi di un’azienda green dovrebbe essere anche quello di formare il pubblico sui temi ambientali e spingere quante più persone possibili a pensare ed agire responsabilmente anche nelle piccole azioni quotidiane. Su questo fronte Pinterest può essere di grande aiuto. Le bacheche legate al tema del DIY (do it yourself), del riciclo e riuso creativo, della realizzazione di prodotti di bellezza naturali, sono molto diffuse e soprattutto molto seguite su Pinterest. Le aziende “green oriented” attraverso l’uso di bacheche ispirate a tali temi posso stimolare interesse e condivisione nonché generare un atteggiamento mentale positivo nei confronti dello stile di vita sostenibile.

Recycle

4) Utilizzare in chiave “green” i contest su Pinterest. I concorsi, come noto, fanno leva su tendenze innate nella natura umana: raggiungere obiettivi, ottenere ricompense e vincere nella competizione e, se realizzati  sui social media, permettono agli utenti di discutere, condividere e comparare le proprie esperienze. Un esempio di contest Pinterest basato sulla sostenibilità ce lo offre Wallmart, l’azienda titolare della più grande catena per il commercio al dettaglio nel mondo. Il concorso intitolato “Walmart Pin to Win” richiedeva ai partecipanti di creare sul proprio profilo Pinterest una bacheca intitolata “Walmart Green” e pinnare almeno 10 prodotti dal sito di Walmart che esprimessero al meglio le loro scelte sostenibili nella vita di tutti i giorni.

ad843x403-e1346790043423

Sotto ogni pin doveva essere riportato l’hashtag #WalmartGreen. In palio cinque buoni spesa da $ 500 destinati ai creatori delle migliori board. Il concorso, che è durato una sola settimana, ha dato buoni frutti per l’azienda generando 100 commenti, 700 Likes, 1.547 repin e 1657 nuovi follower. Certo non tutte le aziende hanno le dimensioni e la notorietà di Walmart, ma l’organizzazione di un contest su Pinterest può dare ottimi risultati in termini  di viralità dei contenuti e di engagement, e per attrarre nuovi follower che potranno diventare potenziali nuovi clienti.

Cover photo credit: jm2c via photopin cc

About Paola Valeri

Ho un'esperienza a 360° nel Marketing e nella Comunicazione aziendale. Parlo di Marketing e Social Network nei corsi che tengo per aziende, enti ed associazioni. Scrivere mi appassiona e diverte e per questo sono diventata giornalista pubblicista. Da qualche tempo mi interesso di sostenibilità aziendale e di “green marketing”.

Commenti

commenti

Tags: , , , , , , , , ,

2 commenti

  1. Mario Iesari
  2. Paola Valeri

Trackback e pingback

Non ci sono trackback e pingback dispinibili per questo articolo

Lascia un Commento