articolo hom decor

Quanto è social l’interior design! Come web, social e app cambiano l’home decor

Progettare  una nuova casa o rinnovare quella in cui abitiamo, sono attività con cui la maggior parte di noi ha avuto a che fare. Non possiamo negare che si tratti di un’attività creativa, piacevole, divertente, ma davvero complessa, nella quale entrano in gioco moltissimi fattori: scelta del progetto, dei professionisti che ci seguiranno, degli arredi, dei colori e dei complementi…ma da qualche anno e con l’avvento del web 2.0 anche in questo settore molto è cambiato: si sono moltiplicati portali, community, social network ed app tutti a tema “interior design” ed hanno trasformato completamente il modo in cui privati, aziende e professionisti interagiscono ed il processo di progettazione e di acquisto. Scopriamo insieme come.

I social media per l’interior design

I social network offrono infinite opportunità sia per i privati interessati a trovare ispirazioni e spunti per la loro casa, sia per le aziende del settore interior design. Il re dei social network in questo ambito è Pinterest, seguito da Houzz a cui si aggiunge anche Homify.

Pinterest ha giocato sicuramente un ruolo importante nel modificare azioni e relazioni tra clienti, aziende e professionisti del settore e per chi opera in questo ambito è impossibile non esserci. Basti pensare che tra i 5 settori più seguiti su Pinterest, l’ Home Decor è al primo posto e tra gli argomenti più “pinnati” l’arredo e la casa si contendono il primato con il “food” e le ricette. Architetti e progettisti 2.0 lo usano anche come strumento di lavoro creando delle bacheche specifiche per ogni cliente, dove insieme con lui “pinnano” ispirazioni, suggestioni e spunti da utilizzare come base per la creazione del progetto.

Screen-Shot-2012-01-26-at-9.56.53-AM

Houzz, di cui abbiamo già parlato in un articolo di questo blog è diventato rapidamente il più grande database sull’interior design del mondo, creando relazioni tra i proprietari di abitazione, i costruttori, gli architetti e gli interior designer, ma anche tra questi soggetti e le imprese che operano nel settore.

Homify, è uno dei più recenti social legati all’interior design; molto simile ad Houzz, sta crescendo anch’esso rapidamente. Sono presenti al suo interno con diversi profili  i proprietari di casa, i professionisti e le aziende. E’ leggermente più “business oriented” rispetto ad Houzz in quanto si focalizza prevalentemente su prodotti e progetti, piuttosto che su trend e suggestioni. Offre la possibilità di porre domande e di ottenere la risposta di un esperto: ottimo strumento per professionisti ed aziende per mettersi in mostra.

Homify

E-commerce per la casa: l’acquisto è sempre più a portata di click

Se i social hanno cambiato il modo in cui tutti gli attori della filiera dell’interior design si relazionano, l’avvento degli e-commerce specializzati (per fare solo alcuni nomi: lovethesign, made.com, dalani, madeindesign )  ha modificato il modo in cui avvengono glia acquisti di prodotti della casa. Secondo i dati del Politecnico di Milano l’e-commerce B2C nel 2013, in Italia, per prodotti di arredo ha registrato +220% in un anno. I numeri in valore assoluto non sono grandissimi, ma ci dicono che,  anche in un paese come il nostro in cui la propensione ad acquistare on line non è alta come in altri paesi, la tendenza è in forte aumento. In questo settore l’e-commerce non è soltanto un canale di vendita: diventa una fonte di ispirazione per il privato che ha a disposizione innumerevoli alternative di ogni stile e prezzo e può fare acquisti in modo rapido e spesso conveniente,  e per le aziende ed i distributori è un importante strumento per conoscere gusti, preferenze, possibilità di spesa e abitudini di acquisto dei consumatori online.

Il web: una vetrina globale per l’architetto

Grazie al web 2.0 ed ai social network cambia rapidamente anche il modo in cui designer, architetti e progettisti si approcciano al mercato ed ai loro clienti. Moltissime sono le piattaforme on line dedicate ai professionisti dell’interior design che permettono lo scambio di informazioni con i colleghi, la possibilità di promuovere i propri progetti, tessere relazioni e far crescere la propria attività anche al di fuori dei confini locali o nazionali.  Tra queste citiamo Archilovers, Architizer ed il social network Designer Pages.

Immagine1

Quest’ultimo, ad esempio, è un immenso database di prodotti e progetti che consente di fare ricerche mirate, creare un profilo professionale, avviare workshop virtuali e consultare la sezione delle pubblicazioni di settore.

Come ti progetto una casa app per app

Ed infine per chiudere vi offriamo una carrellata con alcune delle immancabili app che hanno visto una proliferazione anche nel settore dell’interior design. Utili, futili, pensate per privati e professionisti permettono di ispirarsi, misurare, confrontare e memorizzare, e soprattutto condividere tutto sempre a portata di mobile 🙂

Home Styler: un’app a metà tra un programma di arredamento e un social network come Instagram. Scattando una foto all’ambiente da arredare sarà possibile provare e scegliere le tinte dei muri, gli accessori, e gli elementi di arredo. Una volta completata l’opera è possibile condividerla con gli altri utenti.

Homestyler-Room-645x500

Colour Capture: l’ispirazione può coglierci in ogni momento per questo motivo è nata questa app che permette di fare una foto e confrontare i colori dell’immagine catturata con le scale di colore standard usate anche in edilizia.

Photo Measure: l’app perfetta per prendere, salvare e condividere le misure di un ambiente, semplicemente fotografandolo.

E voi ne conoscete altre? Aggiungete le vostre! 🙂

About Paola Valeri

Ho un'esperienza a 360° nel Marketing e nella Comunicazione aziendale. Parlo di Marketing e Social Network nei corsi che tengo per aziende, enti ed associazioni. Scrivere mi appassiona e diverte e per questo sono diventata giornalista pubblicista. Da qualche tempo mi interesso di sostenibilità aziendale e di “green marketing”.

Commenti

commenti

Tags: , , , , , , , , , ,

1 commento

Trackback e pingback

Non ci sono trackback e pingback dispinibili per questo articolo

Lascia un Commento